San Severo: arresti domiciliari per Antonio Bonaventura

Il gip ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti di Antonio Bonaventura, fratello di Luigi Bonaventura, freddato in corso Leone Mucci, a San Severo, il 14 agosto scorso.

Il gip ha predisposto gli arresti domiciliari per Antonio Bonaventura, fratello di Luigi Bonaventura, assassinato in corso Leone Mucci, a San Severo, il 14 agosto scorso.

Nell’agguato, rimasero feriti altre due persone, un uomo di 27 anni, colpito a una gamba e un ragazzo di 12 anni.

Antonio Bonaventura, era stato arrestato il 23 agosto scorso, con l’accusa di riciclaggio e trasferito nel carcere di Foggia.

Era stato colto in flagrante mentre surrogava la targa, di origine bulgara, a un’auto di grossa cilindrata rubata a Campomarino.

Gli inquirenti pensavano che la sostituzione della targa dell’auto servisse a Bonaventura per vendicare l’uccisione del fratello.

In realtà, le ipotesi non si sono tradotte in accuse concrete.

Interrogato dagli investigatori, il fratello del 32enne ucciso, ha respinto le incriminazioni, asserendo che un suo conoscente gli avrebbe chiesto di cambiare la targa. Lo stesso, ha anche affermato di non essere a conoscenza del furto dell’auto.

Fabiano Daniele
dalla Capitanata news Puglia
Mappa