Truffe, molestie e controlli covid: la cronaca del Salento

Salsicce scadute, buste non conformi e nessun dispositivo personale anti-covid. E’ Quanto riscontrato dai carabinieri di Francavilla Fontana che ieri hanno effettuato controlli nelle attività produttive della zona.

Francavilla Fontana: controlli ad attività produttive su norme anti-Covid, 1 denuncia e 2 sanzioni

A Francavilla Fontana, nell’ambito dei controlli coordinati dalla locale compagnia carabinieri sulle attività produttive in relazione alle norme di contenimento sulla diffusione del virus Covid–19, i militari della Stazione CC Forestale di Ceglie Messapica, unitamente al personale dell’Asl–BR servizio Sian, hanno proceduto al controllo di un esercizio commerciale del luogo, riscontrando diverse violazioni e sequestrando:

‒    buste di plastica non conformi, per un quantitativo totale di 7.010 kg (sanzione amministrativa di 5.000,00 euro);

‒    32 confezioni di salsiccia di suino, per un quantitativo totale di 71,300 kg, con termine di consumo il 23.3.2021, pertanto non più idoneo per il consumo (sanzione amministrativa di 10.000,00 euro).

Contestualmente i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brindisi hanno contestato la mancata valutazione dei rischi aziendali e relative procedure di contenimento del rischio biologico da Covid–19 e l’omessa consegna ai dipendenti dei dispositivi di protezione individuali, pertanto il titolare è stato denunciato in stato di libertà per violazione delle norme in materia di sicurezza sul luogo del lavoro.

 

Brindisi: deve espiare oltre 6 anni, arrestato

I Carabinieri della Stazione di Brindisi Casale hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica della Corte di Appello di Lecce nei confronti di un 27enne del luogo, dovendo espiare 6 anni, 4 mesi e 20 giorni di reclusione, per reati in materia di sostanze stupefacenti e armi, commessi nel 2017. L’arrestato, espletate formalità rito, è stato accompagnato nella Casa Circondariale di Brindisi.

 

Villa Castelli: rifiuta di fornire generalità, denunciata

A Villa Castelli, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Francavilla Fontana, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà una 46enne di Ceglie Messapica, per rifiuto d’indicazioni sulla propria identità personale. In particolare, la donna, a seguito di un intervento per litigi familiari richiesto da sua madre, si è rifiutata di declinare le proprie generalità e di esibire il documento di riconoscimento ai militari operanti.

 

Francavilla Fontana: molesta donna con 210 telefonate, denunciato

I Carabinieri della Stazione di Francavilla Fontana, a conclusione degli accertamenti scaturiti dalla querela presentata da una 62enne del luogo, hanno denunciato in stato di libertà un 35enne del luogo, per molestie personali a mezzo telefono. In particolare, il querelato, nell’arco temporale gennaio – marzo 2021, ha contattato la vittima mediante l’utenza cellulare intestata al datore di lavoro, estraneo ai fatti, effettuando 210 telefonate a tutte le ore del giorno e della notte, senza proferire parola.

 

Oria: 26enne denunciato per truffa on line

I Carabinieri della Stazione di Oria, a conclusione degli accertamenti scaturiti dalla querela presentata da un 37enne del luogo, hanno denunciato in stato di libertà un 26enne della provincia di Napoli, per truffa. In particolare, il querelato si è fatto accreditare 100 euro sulla carta postepay a lui intestata, per il pagamento di una console playstation, messa in vendita su una piattaforma on-line, mai consegnata.

 

Francavilla Fontana: sorpreso alla guida in stato di ebrezza, denunciato

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Francavilla Fontana, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà un 26enne del luogo, per guida in stato di ebrezza. In particolare, il giovane, nella serata dell’11 maggio scorso, è stato sorpreso in una via del centro abitato alla guida della sua autovettura con un tasso alcolemico superiore al limite consentito. La patente di guida è stata ritirata.

 

San Vito dei Normanni: rintracciato georgiano colpito da provvedimento di espulsione, si stava iniettando eroina

I Carabinieri della Stazione di San Vito dei Normanni, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà per violazione del testo unico sull’immigrazione e segnalato all’Autorità Amministrativa per detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti un 36enne di origine georgiana residente a Bari, Frazione Ceglie del Campo.  In particolare, l’uomo, controllato nel centro abitato in compagnia di un 32enne anch’egli di origine georgiana residente a Bari, a seguito di perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di una siringa contenente 3 grammi circa di eroina. Il 36enne, gravato da provvedimenti di rintraccio per notifica e provvedimenti di espulsione dai vari capoluoghi pugliesi, è stato accompagnato presso i competenti uffici della Questura di Brindisi. Lo stupefacente è stato sequestrato.

dal Salento news Puglia
Mappa