Scuola, al Pavoncelli di Cerignola nuovo progetto Erasmus

Il dirigente scolastico e l’intera comunità educante della Scuola Secondaria di 1°grado “G. Pavoncelli”, condividono con genitori, alunne e alunni e la città di Cerignola che sta per prendere corpo ed è in via di attuazione il Progetto “Women open to Modern European Nations”, fiore all’occhiello della comunità scolastica.

Infatti, per la terza volta la nostra scuola si è aggiudicata la partecipazione ad un progetto europeo Erasmus. Dopo il Comenius “Viv(r)e mon collège” e il progetto Erasmus+ “Cultivons l’Europe”, è la volta di “Women open to Modern European Nations” che vede coinvolti 5 Paesi europei: Italia, Francia, Portogallo, Romania e Finlandia. Paese coordinatore del progetto è la Francia, già nostra partner nelle due precedenti esperienze, lingua veicolare l’inglese.

Il progetto si sviluppa in maniera verticale coinvolgendo 2 segmenti scolastici per ciascun Paese partner (scuola secondaria di I e II grado). Nel nostro caso l’Istituto superiore affiliato al progetto è il Liceo “Nicola Zingarelli – Sacro Cuore” di Cerignola. Redatto dall’équipe docente del tempo prolungato, coordinato dalla prof.ssa Giulia Giuliano, sottoposto a candidatura nello scorso febbraio, “Women open to Modern European Nations (Juliet)” è stato approvato a settembre dalla Commissione Europea e dall’Agenzia Nazionale Erasmus e prevede una durata biennale. 

Tutte le attività previste, seminari, laboratori, scambi di classe e sviluppo delle azioni progettate, avranno come destinatari gli alunni delle classi a tempo prolungato: l’orario pomeridiano appositamente pianificato per le attività laboratoriali, unitamente al tempo scuola di 36 ore, consentono un più agevole svolgimento delle numerose attività didattiche previste.

Il progetto coinvolge tutte le discipline scolastiche con un approccio teorico e pratico ed è finalizzato all’analisi di sei poli d’interesse correlati alla figura femminile emblematicamente rappresentata dal nome “Juliet”: Creative, Giving life and Education, Influential, Objects of desire, Sporty, Victims.

Tutte le attività progettate sono principalmente finalizzate a:
– Acquisire e sviluppare il concetto di uguaglianza di genere
– Contribuire alla costruzione di una comunità senza distinzione di genere
– Promuovere il rispetto verso l’altro, secondo i principi di solidarietà, uguaglianza e rispetto della diversità
– Sapersi adattare a nuove situazioni
– Sviluppare il senso di appartenenza senza pregiudizi in una società multiculturale
– Esprimersi correttamente in lingua madre, L2 ed L3.

A causa della pandemia in atto, tutti i seminari transnazionali tra docenti, le mobilità all’estero degli studenti e i congressi previsti, sono stati temporaneamente procrastinati. Tuttavia le attività didattiche previste con gli alunni e gli incontri organizzativi tra i docenti dei diversi paesi partner, si stanno regolarmente svolgendo in modalità telematica.

“Ringrazio i docenti coinvolti per l’egregio lavoro svolto, nella convinzione che tali attività risultano strategiche per il futuro delle nuove generazioni” conclude il Dirigente Scolastico Paolo Saggese.

dalla Capitanata news Puglia
Mappa