Olimpiadi Tokyo 2020: primo oro per l’Italia

Porta il nome di Vito Dell’Aquila, il primo oro per la spedizione italiana in Giappone. Il ragazzo pugliese, di appena 20 anni, è riuscito a salire sul gradino più alto del podio sconfiggendo in finale Mohamed Khalil Jenboudi.

Vittoria da incorniciare, da fissare, quella di Vito Dell’Aquila, 20enne di Mesagne, ridente paese della provincia di Brindisi, alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Si tratta del primo oro per l’Italia e arriva poco dopo l’argento, altrettanto fenomenale di Luigi Samele, nella finale della sciabola.

Vito Dell’Aquila si è aggiudicato il primo posto dopo una sfida avvincente contro il tunisino Mohamed Khalil Jenboudi.

La finale è stata un susseguirsi di emozioni, di colpi di scena. Il tunisino che conduceva 5-2 per i primi 2 minuti, si è visto rifilare un paio di colpi devastanti da parte del pugliese, che ha così accorciate le distanze.

L’ultimo round, invece, è stato l’apoteosi per gli amanti di questo sport.

Sul 10-8 per il tunisino, l’incontro sembrava finito. Ma è stato a quel punto che Dell’Aquila, grazie alla sua caparbietà, ha assestato un paio di colpi, grazie ai quali è balzato in testa.

Il match, combattutissimo, è terminato 16-12 per l’azzurro.

Le lacrime del direttore tecnico, Claudio Nolano, hanno condito tutto il resto.

Dell’Aquila, nato a Mesagne proviene dallo stesso paese da cui proviene un altro campione, Carlo Molfetta, campione olimpico della categoria 80kg a Londra 2012 e mito del giovane pugliese.

La giornata positiva per l’Italia non finisce qui.

Ad accaparrarsi il secondo posto nella specialità sciabola, è stato Luigi Samele, soprannominato ‘Gigi’, 34enne foggiano.

Samele, non è riuscito a superare l’ostacolo Aron Szilagyi, il fenomenale ungherese, che ha riscritto la storia, vincendo per ben 3 volte consecutive l’oro olimpico.

La finale tra Samele e Szilagyi si è conclusa con il punteggio di 15-7 per l’ungherese.

Lo sciabolatore foggiano, è arrivato in finale dopo essersi protagonista di un autentico miracolo in semifinale contro il coreano del sud Kim Junghwan.

In svantaggio per gran parte della semifinale, l’azzurro scavalca l’avversario battendolo per 15-12.

L’oro, che nella sciabola maschile manca dai tempi di Aldo Montano, dovrà ancora attendere.

Non male comunque l’inizio dell’Italia ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Fabiano Daniele
dalla Capitanata Italia e Mondo news Puglia Sport
Mappa